Printed From:

CURIOSITÀ

Esistono varie situazioni che spesso abbiamo provato (per esempio, sentire lo “stomaco che brontola”) ma di cui non abbiamo mai chiarito la reale natura. Ecco una rapida carrellata di 13 curiosità sullo stomaco in grado di rispondere a molti quesiti.

  1. Perchè lo stomaco brontola ?
    Sentir brontolare lo stomaco è un’esperienza abbastanza frequente che può avvenire sia prima dei pasti ma anche dopo.
    • Prima di mangiare, quando si ha fame, il solo pensiero o la visione e i profumo del cibo stimolano il cervello che invia messaggi nervosi e ormonali allo stomaco. Le cellule di quest’ultimo producono succhi gastrici in eccesso che causano brontolio. In breve, lo stomaco emette gorgoglii per avvertire che è giunto il momento di mangiare.
    • Dopo mangiato: il brontolio invece avviene solitamente per fenomeni di fermentazione di alcuni alimenti (frutta, legumi, patate, etc.) che è bene evitare a fine pasto, specie se questo è stato ricco di grassi che rallentano la digestione.
  2. Quando lo stomaco brontola si dimagrisce?
    Non c’è una correlazione diretta tra il brontolio dello stomaco e il dimagrimento, Chi ne soffre spesso è magro e ciò può essere indicativo di una persona inappetente e che tende a non valutare correttamente gli avvisi di assumere cibo lanciati dallo stomaco.
  3. Dove si trova lo stomaco?
    Lo stomaco è posizionato nella parte sinistra della zona superiore dell’addome. Nella fig.1 si notano i rapporti dello stomaco con alcuni organi vicini. Il “fondo” (parte superiore) è strettamente ravvicinato con il lobo sinistro del fegato, dal quale è ricoperto. La “grande curvatura” del corpo dello stomaco, ossia la parte inferiore quasi orizzontale, “poggia” sulla porzione trasversale dell’intestino crasso (detto “colon trasverso”).
    Figura 1 - Posizione dello stomaco nell’addome.
  4. Lo stomaco si restringe?
    Una prolungata scarsa alimentazione può portare a un restringimento dello stomaco così come un’alimentazione eccessiva porta a una sua aumentata capienza. Ciò determina problemi opposti di peso (ridotto o aumentato) dovuti all’alterazione del meccanismo di stimolazione dei recettori che portano il segnale di sazietà al sistema nervoso centrale quando la cavità gastrica è riempita. In entrambi i casi, un apporto calorico adeguato può riportare lo stomaco – nel giro di qualche mese – a dimensioni adeguate.
  5. Perchè lo stomaco fa rumore? I rumori dello stomaco, detti borborigmi, sono prodotti dall’attività gastrica e intestinale. Se forti e udibili esternamente spesso sono associati ad altri sintomi gastrointestinali come gonfiori, dispepsia, crampi addominali, diarrea e meteorismo. Frequenti rumori dello stomaco, dopo pranzo, si hanno quando si sono assunti cibi verso cui si è intolleranti o che sono capaci di generare grandi quantità di gas.
  6. Perchè lo stomaco batte? Lo stomaco ha normalmente un battito, cioè la sua muscolatura si contrae ritmicamente, proprio come il cuore, ma solo tre volte al minuto, consentendo il suo normale funzionamento. Infatti:
    • se tale battito rallenta, si possono avere fenomeni di cattiva digestione dovuti ad alterazione della motilità e dei tempi di svuotamento dello stomaco.
    • se il battito è invece accelerato, per esempio per motivi di stress, si ha una contrazione costante dello stomaco; il sintomo più tipico è la sazietà precoce.
  7. Lo stomaco è il secondo cervello?
    Lo stomaco, insieme all’intestino, è considerato un “secondo cervello” in quanto il sistema nervoso centrale ha una fitta rete di impulsi bilaterali con il sistema nervoso enterico, una vasta rete periferica di neuroni che regola le funzioni del sistema gastroenterico. Per questo motivo stress e ansia possono determinare bruciore di stomaco, gonfiore e meteorismo o difficoltà digestive (con sensazione di pesantezza o “peso sullo stomaco”).
  8. Bere acqua a stomaco vuoto fa bene? Bere acqua al mattino a stomaco vuoto determina vari benefici:
    • depura l’intestino favorendo il corretto funzionamento di fegato e reni
    • aiuta a perdere peso - attivando la creazione di calore da parte dell’organismo (termogenesi), risvegliando il metabolismo che brucia calorie, favorendo la diuresi e l’eliminazione dei liquidi in eccesso
    • riduce o previene il mal di stomaco
  9. Cosa vuol dire avere le farfalle allo stomaco?
    È una sensazione di vuoto e formicolio allo stomaco, spesso associata all’euforia delle prime fasi dell’innamoramento o ad altre situazioni di stress emotivo o ansia che provocano l’attivazione del sistema nervoso autonomo. Ciò causa la produzione di ormoni -cortisolo e adrenalina - che determinano uno spostamento del flusso sanguigno dal sistema digerente agli organi periferici, alla base di questa sensazione.
  10. Lo stomaco è a destra o a sinistra?
    A volte guardando un’immagine anatomica come quella della Figura 1 i meno esperti si possono confondere. Lo stomaco si trova nel lato sinistro dell’addome ma osservando l’immagine frontale lo si vede sul lato destro.
  11. Perchè gli antibiotici vanno presi a stomaco vuoto?
    Come per qualsiasi medicina, l’assenza di cibo permette che l’effetto degli antibiotici si svolga più rapidamente se assunti a stomaco vuoto. Solo nel caso che possano causare lesioni alla mucosa gastrica vanno presi a stomaco pieno. Nella maggior parte dei casi, comunque, a meno che non sia specificato diversamente sul foglietto illustrativo, gli antibiotici sono da assumere a stomaco vuoto, ovvero almeno un’ora prima di mangiare o due ore dopo aver mangiato.
  12. Perchè ci viene una sensazione di vuoto allo stomaco?
    Un’improvvisa sensazione di vuoto allo stomaco di solito è collegata a un fatto emozionale, correlato a stati di tensione nervosa. Nel caso di malessere persistente, oltre a condizioni di stress, la sensazione di vuoto allo stomaco può essere dovuta a gastrite, ulcera peptica o dispepsia.
  13. Quanto è lungo lo stomaco? Lo stomaco è lungo circa 25-28 cm e largo 10-12 cm, ed è una struttura elastica che può variare in forma e in dimensioni a seconda del cibo presente al suo interno.

Le informazioni contenute in questa pagina sono da intendersi a titolo informativo e non sostituiscono in nessun caso assistenza o consiglio medico